MAURIZIO SANNA AL MERZOUGA

Appena rientrato, Maurizio Sanna ci dedica un suo commento a caldo:

“Missione compiuta! Obbiettivo centrato e nessuna penalità!   Ottimo 34esimo  risultato nella classifica generale .

Già il primo giorno è indicativo per capire cosa sarebbe stato l’Afriquia Merzouga rally. Un free practice obbligatorio di 37 km sulle dune di sabbia per prendere confidenza con i nuovi dispositivi della strumentazione e 3 km di prologo per decidere l’ordine di partenza del giorno dopo. Nelle tappe seguenti percorsi  durissimi con sabbia molto molle a causa del caldo estremo che non ci ha mai abbandonato per tutti i giorni successivi. E’ stato necessario idratarsi al massimo per non avere problemi e ci sono state molte cadute e molte penalità per la maggior parte dei concorrenti . Sicuramente l’organizzazione ha voluto simulare il più possibile le tappe che ci saranno alla Dakar 2017 come la tappa Marathon (2 giorni senza assistenza) in reale “Dakar style” che dalle dune ci ha portato sui monti dell’Atlas con un  accampamento a 2000 metri. Poco dopo il mio passaggio, quel giorno la tappa è stata sospesa per una forte  tempesta di sabbia dove gli elicotteri impegnati nei soccorsi non potevano più garantire la sicurezza della gara (priorità assoluta dell’organizzazione). L’ultima tappa è stata una passerella, ma non senza difficoltà, per il gran finale con 2 anelli di 38 km ciascuna sulle dune di Merzouga.

E’ stata un’esperienza pazzesca che ha messo a dura prova moto, fisico e concentrazione mentale per la navigazione  ma non ho avuto nessun tipo di problema e di questo ne sono davvero felice. Perfetta selezione alla Dakar 2017 grazie a “Cruel” con il progetto “The IoT Odissey” Dakar 2017.”

Maurizio Sanna Cocco